ARTICOLI EVENTI 26/09/2008


DICONO DI NOI

Quando fare il vino non solo un " mestiere" nel senso piu realistico e scontato del termine, ma anche una sorta di vocazione che permea tutta la vita. E' il caso di una giovane azienda irpina, la Masseria Murata di Mercogliano che pur avendo alle spalle una storia intrisa dei profumi dei vigneti locali, ha iniziato a produrre vini regolarmente solo dal 2006, allargando proprio quest'anno la gamma produttiva con una Falanghina ed un Greco di Tufo. Realizzata dalla famiglia Argenziano, oggi l'azienda guidata dai tre fratelli con impegno e dedizione: Gianluca, Nicola ed Antonio. Ma ad introdurre la storia di questa azienda Gaetano Caruso, il responsabile marketing e della comunicazione. Oltre a raccontare gli esordi dell'azienda, i contatti con i mercati esteri, Usa e Germania in prima linea avvenuti tramite fiere, web ed intermediari gi presenti nel settore export, racconta anche di un particolare legame con la letteratura e, nello specifico, con il grande Mario Soldati. Di qui anche l'idea di far nascere un premio letterario destinato alle scuole.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Un aforisma e un'antica abbazia di monaci racchiudono in maniera quasi del tutto completa la storia di un'azienda vitivinicola irpina, la Masseria Murata di Mercogliano, che ha proprio nella letteratura e poi nella storia, le sue fondamenta. L'aforisma è quello struggente di Mario Soldati " il vino è la poesia della terra" un autore con cui l'azienda ha più di una consonanza spirituale e filosofica, oltre che una grande ammirazione, l'abbazia è quella del Loreto, vicinissima alla sede aziendale e dove già dal 1116 monaci operosi facevano il vino ed i cui vigneti, attraverso molteplici vicissitudini, sono passati in eredità agli avi della famiglia Argenziano, attuali titolari e fautori della Masseria Murata. Gianluca, Antonio e Nicola Argenziano raccolgono oggi questo prezioso testimone ma è Gaetano Caruso, l'altra faccia dell'azienda, quella più moderna, ad impreziosire di dettagli il ricordo storico....
 

allegati:
Leggi l'articolo

Links:
ildenaro.it
indietro

Credits